Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

L'ISTAT vede la ripresa anche nel settore immobiliare

E l’ottimismo dell’istituto di statistica arriva fino al 2017 sulla scia del recupero del reddito disponibile, del calo della disoccupazione e della crescita della domanda interna. In particolare, nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguira’ una crescita dell’1,2% nel 2016 e dell’1,3% nel 2017. Contemporaneamente, nel 2015, all’aumento dell’occupazione (+0,6% in termini di unita’ di lavoro) si accompagnera’ una moderata riduzione del tasso di disoccupazione che si attestera’ al 12,5% quest’anno e calera’ al 12% nel 2016 e all’11,4% nel 2017.

La spesa privata per consumi “e’ attesa consolidarsi nel triennio 2015-2017″. Quest’annno i consumi privati registreranno una crescita pari allo 0,5%, favorita da un’evoluzione positiva del reddito disponibile e dal graduale incremento dell’occupazione. Il tasso di risparmio si attestera’ poco al di sopra dei valori del 2014. Nel biennio successivo, l’aumento dei redditi da lavoro dipendente, associato a una ripresa dell’occupazione, “continuera’ a sostenere i consumi privati che aumenteranno dello 0,7% nel 2016 e dello 0,9% nel 2017″.ISTA

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post