Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

L’Hotel Consolación di Camprubí i Santacana

HOTEL CONSOLACIÓN -
HOTEL CONSOLACIÓN - © FOTO ANTONIO NAVARRO

E’ stato inaugurato a maggio scorso, l’Hotel Consolación, costruito alla periferia della città di Matarraña (Spagna), accanto alla cappella della Consolazione e sul famoso Camino de Santiago. A progettarlo lo studio barcellonese, tutto al femminile, Camprubí i Santacana Arquitectes.
Si tratta di una sorta di albergo diffuso, costituito da un nucleo centrale, in cui sono concentrati i servizi e le aree comuni, e dieci camere edificate separatemente. L'hotel, che prende il nome dalla vicina cappella, ha una forte vocazione naturalistica.
 
Le stanze non sono camere classiche, ma singoli cubi - Kubes - rivestiti in legno, ubicati a circa 100 metri dal nucleo centrale dell’hotel, su una scogliera raggiungibile attraverso un giardino naturale di rosmarino e timo.  Ciascuno di 36 mq di architettura semplice, quasi minimalista. Pavimenti in ardesia nera, vasca da bagno scavata nel terreno, camino sospeso e angolo lettura. Ogni Kube ha ampie vetrate e una terrazza affacciata ad ovest, immersa fra le montagne, fiancheggiata da alberi di pino, senza alcun edificio all’orizzonte, in una privacy assoluta.
 
Tutti gli spazi del nucleo centrale sono versatili e sono interconnessi in modo da generare un senso di unità globale. In questo modo, l'area relax può essere un salotto o una sala riunioni e la reception trasformarsi di notte in un bar. La cucina, a cui di solito non è possibile accedere, è in questo caso punto di incontro ed è aperta a tutte le ore del giorno. Colazione, pranzo e cena vengono serviti in un vecchio fienile trasformato in sala da pranzo, in pietra, legno, acciaio e vetro. Il design degli interni è caratterizzato da essenzialità e comfort. La maggior parte degli arredi fissi è parte integrante della stessa architettura. Predominano i materiali nobili e caldi come ardesia, pino e wengè, sia nelle camere che nel nucleo centrale.
 
Consolazione è un piccolo albergo fatto solo di dodici camere. Dieci sono Kubes e due occupano il primo piano della vecchia dimora dell'eremita, un edificio di origine barocca, coevo della chiesa, la cui cappella è, invece, del secolo XIV. Il progetto è completato da una piscina che domina il paesaggio nella massima privacy e tranquillità.
 
Camprubí i Santacana Arquitectes hanno progettato l’Hotel Consolazione ispirandosi alle opere dell’architetto modernista Craig Ellwood, nonché al razionalismo germanico di Mies van der Rohe.
Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post