Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

Case per i nuovi poveri: padri separati

Con le separazioni in aumento c'è una nuova soglia di povertà nascosta: è quella dei divorziati, in maggioranza uomini, che non riescono a pagare gli alimenti e allo stesso tempo una casa, dato che spesso sono loro che lasciano il tetto coniugale. per venire incontro a questa situazione, più frequente di quanto si creda, il comune di Torino aprirà da giugno le porte della prima casa riservata agli ex coabitando, si chiamerà questo condominio in centro, nel quale saranno ricavati circa 10 monolocali autosufficienti, ad un costo di 280 euro al mese, in cui sarà possibile stare per un periodo fino a 18 mesi. oltre ai piccoli alloggi ci saranno anche spazi comuni, in cui poter magari passare del tempo con i figli il condominio solidale nasce dall'incontro tra il comune di Torino e il privato che si occupa del sociale, grazie ad un finanziamento della compagnia di san paolo, nell'ambito del "programma housing". è stato fortemente voluto da Roberto Tricarico, assessore alle politiche per la casa del comune di Torino. l'iniziativa ha ricevuto l'approvazione dell'associazione papà separati e figli, che da tempo chiedeva interventi di questi tipo

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post