Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

Enasarco dismette il suo patrimonio immobiliare.

Al via la dismissione del patrimonio immobiliare della Fondazione Enasarco.

Sono più di 18mila unità immobiliari sul territorio nazionale con una prevalenza di unità abitative, la grande maggioranza delle quali è ubicata a Roma e provincia.

Le modalità scelte per la dismissione sono all'insegna della trasparenza e coniugano gli obiettivi economico-gestionali e di garanzia agli iscritti con la tutela degli affittuari.

La Fondazione ha scelto infatti, unica tra le casse pubbliche e private, la vendita diretta agli affittuari fino al quarto grado di parentela e ha raggiunto un accordo con tutte le maggiori organizzazioni sindacali degli inquilini per tutelare gli appartenenti alle fasce più deboli. Ci sarà infatti la possibilità di usufruire di mutui agevolati a condizioni uniche sul mercato, contratti garantiti agli affittuari che hanno redditi medio-bassi, assistenza e informazione in ogni fase del progetto". 

Enasarco attraverso una gara europea, ha individuato gli istituti bancari (Bnl Bnp Paribas aggiudicataria e Monte dei Paschi di Siena seconda classificata) che gli inquilini potranno liberamente scegliere per accedere a mutui a condizioni agevolate.

Tecnicamente gli inquilini potranno usufruire di mutui con durata fino a 40 anni; finanziamento dell'intero costo dell'appartamento, comprensivo delle spese necessarie all’acquisto; interessi ridotti e senza spese per l'istruttoria e la perizia; spread inferiori a quelli generalmente applicati; possibilità di rinegoziare il mutuo a seconda delle esigenze del mutuatario; soluzioni concordate in presenza di carenze dei requisiti di solvibilità; tempi minimi per l'erogazione; riduzione dei costi notarili a carico dell'inquilino;finanziamento anche nel caso in cui gli inquilini volessero acquistare il solo usufrutto o il diritto di abitazione.

Il prezzo di ciascun complesso immobiliare sarà determinato tenendo conto della localizzazione-ubicazione, dello stato di manutenzione, della tipologia e qualità edilizia, nonché delle funzionalità e dei servizi accessori. Sarà un esperto indipendente ad elaborare i listini di frazionamento per ogni edificio e ad adattarli alle caratteristiche di ciascun appartamento (esposizione, orientamento, livello di piano etc). A garanzia di totale trasparenza, ci sarà anche l'Agenzia del territorio a valutare la congruità del valore a metro quadrato di ciascun complesso immobiliare.

Le fasi di vendita saranno gestite direttamente dalla Fondazione Enasarco, senza intermediari commerciali. Gli inquilini saranno puntualmente informati da Enasarco durante tutte le varie fasi del piano di vendita che si concluderà, al massimo, entro tre anni. Nelle operazioni di supporto alle vendita, la Fondazione sarà affiancata da un raggruppamento temporaneo d'imprese, individuato attraverso una gara europea, formato da Exitone spa e I.C. Italiana controlli srl. I contratti di locazione scaduti o in scadenza verranno rinnovati secondo le condizioni economiche e normative previste negli accordi sottoscritti dalla Fondazione con le organizzazioni sindacali degli inquilini.

fonte: adnkronos

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post