Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

D’Alema: “ero inquilino legittimo”.

Il presidente del copasir, massimo D’Alema scrive una lettera a tutti coloro che in questi giorni hanno fatto pervenire via giornali al suo indirizzo commenti  critici dopo la puntata di Ballaro’:

"ho reagito così perché il paragone tra due vicende che niente hanno a che fare tra loro - come chiunque può facilmente verificare e valutare - mi è parso intollerabile, esordisce l'ex ministro degli esteri che poi passa alle spiegazione circa la vicenda che secondo il giornalista della testata di casa Berlusconi lo avrebbe coinvolto negli anni di affittopoli

"non fui protagonista di nessuno scandalo - scrive - ma, al contrario, fui l'unico inquilino protagonista della decisione di lasciare la casa che avevo legittimamente in affitto da parte di un ente previdenziale. l'unico, perché nessun altro lo fece, e di ciò mi dette atto con parole di apprezzamento persino, allora, il giornale"

la differenza con il ministro Scajola e l'affaire della casa vista Colosseo, secondo quanto scrive il presidente d'Alema starebbe nel fatto che a differenza di quest'ultimo lui se ne andò "dall'appartamento per il quale pagavo normalmente l'affitto, Scajola non ha affatto lasciato la casa che gli è stata pagata da altri "a sua insaputa"

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post