Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

Cresce la domanda di mutui a tasso variabile.

assicurazioni1

La liberalizzazione del mercato ha portato ad un significativo aumento della concorrenza: il trasferimento del mutuo da una banca all'altra ha riguardato il 16% dei nuovi mutui. i tassi ai minimi storici hanno continuato a premiare i contratti variabili. l'anno scorso il tasso medio variabile sulle nuove erogazioni si è più che dimezzato, dal 4,9% di fine 2008 al 2,2% del 31 dicembre scorso. più contenuta la frenata dei tassi fissi, calati in media sulle nuove erogazioni dal 5,2% ak 4,9%. per il 2010 le attese di mps sono di rialzo del variabile attorno ai 90 puntibase, in parallelo all'euribor, mentre il fisso dovrebbe aumentare solamente di 10 punti base

la politica attuata dalle banche ha portato al boom della domanda di contratti a tasso variabile, passati dal 18% del totale del 2008 al 48% del 2009

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post