Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

Sicilia: 288.000 immobili fantasma.

 

Sono oltre 288 mila gli «immobili fantasma» in Sicilia, molti dei quali a rischio abusivismo, perché sconosciuti al catasto ma individuati attraverso scatti fotografici effettuati dall' alto e sovrapposti alle mappe catastali. L' indagine condotta dalla direzione regionale dell' Agenzia del Territorio è partita nel 2007 con le prime quattro provincie, Palermo, Catania, Caltanissetta, Siracusa ed è stata completata l' anno scorso con le altre cinque, Agrigento, Ragusa, Enna, Trapani e Messina. Tra il 2007 al 2008, sono 141.913 immobili non dichiarati al catasto. Nel 2009, ne sono stati accertati altri 146.734. Il primato di case e fabbricati sconosciuti va alla provincia di Agrigento: uno ogni 10,9 abitanti. La provincia più "virtuosa" è invece Palermo, con un fabbricato sconosciuto ogni 24 abitanti. Nel corso delle verifiche, che sono state completate per il 57 per cento dei fabbricati presenti nelle aree «non saturate», come quelle di piccoli comuni costieri ma anche nelle zone periferiche dei grandi centri abitati, sono state finora recuperate al Catasto 12.937 unità immobiliari per un valore complessivo di 4,7 milioni di rendita (il valore immobiliare è circa il doppio). Ci sono stati anche adempimenti effettuati spontaneamente dai legittimi proprietari per una rendita catastale di 3,6 milioni di euro. Tra le tipologie di immobili che al termine di questi controlli sono stati registrati al catasto, ci sono per il 36 per cento abitazioni, per il 34 per cento magazzini, per l' 11 garage, per il 7 per cento cantieri ancora aperti. «Questi immobili rappresentano un patrimonio cospicuo - ha spiegato Marco Selleri, direttore regionale per la Sicilia dell' Agenzia del Territorio - pochi giorni fa abbiamo sottoscritto un protocollo con la Guardia di finanza con lo scopo di interagire per lo scambio delle banche dati e prevenire e contrastare l' elusione e l' evasione fiscale nel settore immobiliare. Ai proprietari chiediamo di verificare sul nostro sito Internet se l' immobile rientra negli elenchi di fabbricati non dichiarati e quindi rivolgersi ad un libero professionista per l' espletamento delle procedure, comunicandolo all' ufficio territoriale competente».

Fonte: repubblica.it

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post