Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

Case vacanze poco attrezzate per accogliere i diveramente abili.

handicap

Solo il 28% delle case per le vacanze è in grado di accogliere i quasi tre milioni di connazionali affetti da disabilità. Il dato, non certo rassicurante, emerge da una rilevazione effettuata da Immobiliare.it attraverso il suo sito CaseVacanza.it a campione le oltre 35 mila richieste effettuate, emerge che la vacanza per i diversamente abili impone che ci sia un parcheggio comodo (57%). Se si è disabili, spesso si va in vacanza col proprio animale e allora diventa fondamentale che la casa possa ospitare anche lui; in questo segmento aumenta del 3% la richiesta di disponibilità ad alloggiare anche i cani o, comunque, altri animali.

Dal lato dell’offerta per i disabili, il primato dell’ospitalità spetta all’Emilia Romagna e nello specifico alla Riviera Romagnola, dove ben il 42% delle case vacanza è in grado di offrire ferie confortevoli a chi è affetto da disabilità motoria. Seguono a ruota il Veneto (38% sulla Costa veneziana) e la Toscana (38% sulla Costa etrusca e 36% in Versilia).

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post

Case Vacanze Pescoluse 05/12/2012 01:57

Dovremmo inziare ad allinearci tutti...