Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

Aqua Tower Chicago

AQUA TOWER - © STUDIO GANG ARCHITECTS
AQUA TOWER - © STUDIO GANG ARCHITECTSAQUA TOWER - © STUDIO GANG ARCHITECTS

 Ultimato a Chicago nella primavera scorsa, è oggi - con i suoi 82 piani di altezza - l’edificio più alto al mondo realizzato su progetto di un architetto donna. Si tratta dell’Aqua Tower, il grattacielo disegnato da Jeanne Gang, fondatrice dello Studio Gang Architects, composto per oltre la metà da progettiste.
 
Certo, l’archistar donna per eccellenza - l’anglo-irachena Zaha Hadid - sta attualmente realizzando grattacieli in cinque città diverse ma, finché questi non saranno stati ultimati, l’Aqua Tower resterà la più alta architettura verticale al femminile divenuta realtà.
 
Affacciata sul lago Michigan nonché sul Millenium Park recentemente ultimato, la torre firmata Gang Architects è un edificio a destinazione d’uso mista all’interno del quale trovano spazio un hotel, unità residenziali, un parcheggio e spazi per uffici. In cima la struttura ospita inoltre un tetto verde con piscina, pista da corsa e spazi per lo yoga.
 
Convenzionale in pianta, l’Aqua Tower sviluppa sinuose e inaspettate geometrie disegnate dalle terrazze all’esterno che percorrono l’intero perimetro dell’edificio su ciascun piano, offrendo una magnifica vista sulla città e fra i vicini edifici.
A conferire alla struttura la sua geometria scultorea è un sistema verticale definito sulla base di riflessioni relative ad elementi quali la vista e l’ombreggiamento.
Realizzate a sbalzo, le terrazze presentano infatti forme differenti da piano a piano. Forme che, osservate nell’insieme, offrono la sensazione di un edificio che si muove seguendo un percorso ondulatorio costante.
 
“Queste terrazze – spiegano dallo studio Gang Architects – offrono una forte relazione con l’esterno e consentono ai residenti di occupare la facciata dell’edificio e la città al tempo stesso. Ne risulta una architettura scultorea che ricorda gli affioramenti calcarei e le forme geologiche che contraddistinguono i grandi laghi della regione”.
Fonte: archiportale.it

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post