Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

Affitti: è di moda quello breve.

_DSC1935-25

Il mondo degli affitti sta vivendo un grande momento per quei contratti di natura transitoria chiamati "affitto breve"

Affittare per brevi periodi nella grandi città un appartamento è di gran moda, con numeri che cominciano a diventare interessanti.

Secondo la normativa attualmente in vigore, il contratto che regola gli affitti brevi è flessibile nella definizione degli obblighi, i doveri e le condizioni di pagamento che sono a discrezione di locatore e locatario. Nel contratto è obbligatorio poi specificare la motivazione dell’affitto. Ad esempio, se per motivi di studio o di svago. Ad ogni esigenza si associa una specifica tipologia di contratto.

Gli “Affitti brevi di natura turistica” riguardano i locatari in visita di piacere e i locatori che non sono tali a livello professionale. In tutti questi casi si può stipulare, ad esempio, un contratto weekend o un contratto casa vacanze, stipulato comunque per periodi non superiori ai 30 giorni. Questa tipologia di contratto non richiede obblighi di imposte e simili, a meno che chi affitta non svolge il compito in maniera professionale.

 

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post