Maurizio Pesenti

Real Estate & business Coach

Affitti brevi: arriva la cedolare secca.

Non sappiamo se è stato per fare cassa oppure per regolamentare un settore che è esploso negli ultimi anni ma con la manovra finanziaria il governo Gentiloni ha chiarito che si pagheranno le tasse attraverso lo strumento della cedolare secca al 21%.

Questa misura consentirà un risparmio per chi affitta e ha un reddito di una certa consistenza, ma al contempo consentirà allo Stato di contrastare il nero diffuso.

Il gettito atteso ammonterà a 81 milioni nel 2017, 139 milioni nel 2018 e, tuttavia molto dipenderà dagli intermediari, che sono tenuti a trattenere il 21% e girarlo allo Stato.

La piattaforma più famosa, Airbnb, ha già fatto sapere che non intende agire come sostituto d’imposta(cominciamo bene!!)

Torna alla home

Condividi post

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post